titolo

Riding concerto con Piergiorgio Cinelli

 

guarda le fotografie scattate alla Fiera della Microeditoria di Chiari

labala

 

 

Io e il maestro Cinello intratteniamo il gentile pubblico con canzoni, letture ed aneddoti sul fobal, la bala, il tamburello ed il calcio amatoriale.

Ogni serata, in genere a metà spettacolo (più spesso sulla trequarti), il tutto prende una piega imprevista e nemmeno noi sappiamo bene dove andremo a parare. 

 

 

 

www.piercinelli.it

 

 

 

maestrocinello

“Io ero Rivaaaaa!”

 

“Io ero Bettegaaaaaa!”

 

“Io ero Riveeeera!”

 

“Io ero Miuller!”

 

“Chi?”

  claudio

da sinistra in alto: Hung, Trecà, Bigioleto, ‘l Binda, Tebaldì, mio cugino Franco, Dore, Bicicli, io (‘l goma), Diego Armando Maradona?

 

“Cosa ho detto? Quando scendi in campo? 

Ma quale scendi, prima di tutto intendiamoci coi termini. Nella mia visione del fobal-paradiso non scendi in campo semmai sali. Vai su, di sopra, dove la vita è più bella perché dominabile. Perché sono chiare le scorrettezze, i ruoli, le distanze. Perché so bene chi siamo noi, (tutti colorati uguali, a parte me che ho sbagliato un’altra volta i calzettoni) e chi sono quegli altri che non ti importa da dove vengono, se nella vita sono cardiologi, maghi del tornio, professionisti rispettati o premi nobel per la pace. Sono quegli altri e basta e in quanto tali sono da battere, sconfiggere, prendere in castagna, mandare a casa feriti ed umiliati.” 

da Mi fa male la milza. Roma: Robin Edizioni, 2007, p. 46-47.

 

 

 

 labala2

“Gabriele Arnaboldi, detto Bibi, di professione farmacista manda fuori tempo il difensore avversario stoppando la pala con la mano per poi concludere con un meraviglioso diagonale sul palo più lontano.

L’arbitro non vede, e la palla viene rimessa al centro.

Gabriele Arnaboldi come Diego Armando Maradona. El cobra come El pibe de oro. L’idolo di Napoli come il farmacista con lo sguardo da bambino.

E’ il colpo di genio, la mano dell’illusionista che fa credere all’arbitro ciò che non è. Artistico travisamento della realtà […]

Ma, evidentemente, i giocatori della pizzeria tre timoni non sono dello stesso avviso. Gente più legata al risultato che al bello dell’arte, gli avversi iniziano ad esercitare un’esplicita pressione psicologica sull’autore del gol facendolo oggetto di spintoni, minacce e permali.”

da Mi fa male la milza. Roma: Robin Edizioni, 2007, p. 104.

  

 

labala3

   

  

“Ma töcc che ardàa concentràcc i zögadùr töcc südacc che i tiràa de chèle lèche co le face come i macc; s’anfiamàa töt l’asfalt sa fermàa töcc i öcc encolàcc ala balina come ai ca’ le zeche e i piöcc” 

 

La bala

di Piergiorgio Cinelli

dal disco Fradei che nas