aprile

PER FAR RIDERE UN BAMBINO

Per far ridere un bambino
ci vuole così poco
ti basta una trombetta
oppure fare un gioco.

Per far ridere un bambino
ci vuole una giraffa
che prenda la scoliosi
e cammini molto goffa.

Per far ridere un bambino
ci vuole un elefante
che faccia pattinaggio
sul ghiaccio tra la gente.

Per far ridere un bambino
ci vuole una puzzetta
oppure una maglietta
indossata troppo stretta,

ci vuole un bello strappo
nei pantaloni nuovi
un buco nell'ombrello
ma proprio quando piove.

Per far ridere un bambino
ci vuole un bel gelato
al gusto di lucertola
al fango mescolato
che sembri di pisctacchio
aggiunto a cioccolato
servito dentro un secchio
e infine ben mangiato
dal sindaco in persona
oppure dal tenente
che assaggia, fa le facce,
ma poi non dice niente
perchè non si conviene
a un tale graduato
di dire che fa schivo
un soffice gelato.

Per far ridere un bambino
io so cosa ci vuole
ci vuole un'altalena
che sia fissata male
ci vuole un capitombolo
oppure un ruzzolone
ci vuole un fruttivendolo
inseguito da un leone
ci vuole che un serpente
rimanga senza un dente
oppure che al postino
si rompa il mortorino
ma poi nella sfortuna
conosca la regina
ci vuole un matrimonio
condito al pinzimonio.

Per far ridere un bambino
ci vuole così tanto
un pagliaccio, un mattacchione
oppure un saltimbanco.
occorrono schifezze
o cose inaspettate
ci vogliono bruttezze
e azioni non riuscite
signori a gambe all'aria
e bucce di banana
cadute, torte in faccia
nel fine settimana.

Occorrono bernoccoli,
sconquassi, scivoloni
che volino gli zoccoli
e piovano meloni.

Per far ridere un bambino
mi basterebbe che
questo popo' di cose
non accada proprio a me.

 
claudio comini
riproduzione riservata